martedì 26 marzo 2013

NAIMA I


Se vieni qui vedrai, vedrai cosa ho da dirti, se vieni, te l’ho detto, ti farò vedere cosa voglio da te, lo vedrai perché così dev’essere, così dovrà andare, non pensare che mi tiro indietro all’ultimo momento, sono qui per questo e non per altro, solo per questo e non per altro, lo ripeto per non essere frainteso, solo una questione di precisazione, se vieni da sola, se vieni a cercarmi, ti dirò quello che non sono stato capace di dirti in tutti questi anni, e capirai, capirai perché tutte le volte che ci vedevamo non riuscivamo mai a finire la serata insieme, te ne andavi con gli altri o con le tue amiche, sai, non è che voglio farti le prediche, è solo per precisare che in tutto questo tempo ti ho attesa, ci ho creduto, non ho perso nemmeno un attimo la speranza di poterti rivedere e ritrovarti,  insieme a me, ed invece, mai una volta a farti vedere, a farti viva, ho sofferto tanto, e adesso che finalmente ho trovato il modo di mettermi in contatto con te, adesso non mi lascio scappare l’occasione per dirti tutto, per raccontarti delle volte che ti ho aspettato anche se non avevo nessun appuntamento, anche se non ci sentivamo più da anni, lunghi anni, cose che non so quantificare, non saprei dire quante volte sono stato ad aspettarti dietro la porta perché mi sembrava di sentire un rumore ma non eri tu, era il vento, o l’abbaiare di una cane o l’ambulanza che lanciava il suo grido in una notte fredda, quanto fredda senza te, ed io ad aspettare, ad aspettare chi non arrivava mai, adesso so, adesso sento che non lo rifarei, anche se sto male, anche se starei molto male, comunque, preferisco stare da solo, non ho voglia di ripetere errori, anche se .....

Nessun commento: