domenica 27 dicembre 2015

De miraculo

Pensavo che se le preghiere, sia pure personalizzate, avessero avuto un qualche effetto, non sarei rimasto a raccontare come andarono le cose, o meglio come non andarono, visto che quella ragazza è rimasta dove non sono mai arrivato e dove difficilmente potrò arrivare.
Pensavo che se quella madonna mi avesse accontentato nei miei desideri perversi, anche solo una volta, che poi voleva dire trascorrere anche solo una notte con quella ragazza, o anche un giorno, ecco, potrei ritenermi almeno un po’ fortunato.
Perché se tutte quelle preghiere che avevo immaginato, anche senza essermi mai preso la briga di recitare, fossero state minimamente esaudite adesso starei abbracciato a lei, e non solo abbracciato, ci avrebbero visti andare in giro per l’isola, o rifugiati dentro una qualche grotta, persi in una delle tante insenature selvagge, come segno dell’esistenza di un qualche dio che si prendeva cura di noi poveri mortali, uno che qualche volta si degna di accontentare le preghiere di un disgraziato, che ha un po’ di attenzione anche per chi come me non sfiora una donna da chissà quanto tempo, ho perso il conto dei giorni che, tutti insieme, messi uno dietro l’altro, fanno mesi, anni, che penitenza, forse sarà abbastanza, è arrivata finalmente l’ora, ho espiato a dovere chissà quale colpa, se almeno lo sapessi, forse potrei stare meglio, ma che importa, se adesso sto con lei, anche solo per poche ore posso ritenermi soddisfatto, se quella madonna ha fatto finalmente il suo dovere di madonna posso accontentarmi, almeno per adesso, almeno fino al prossimo bisogno, poi, semmai, cercherò qualche altro santo, ma per adesso, mi va bene anche un momento di tenerezza, persino un semplice bacio, solo che quando i sogni si fanno ardui, non c’è dio che tenga, nessuno ti ascolta, e finisce che mi sveglio definitivamente alla realtà e mi prendo a pugni la faccia, e poi comincio a strappare le pagine del quaderno, fino a rendere illeggibile ogni frase, al punto che non dovrà rimanere più nessuna traccia di questo delirio, non voglio saperne più niente, non so se è una soluzione, ma almeno così una fine ci sarà, altrimenti, con la speranza, rimango a tediarmi per una vita col risultato che non riuscirò ad ottenere mai nulla.

Nessun commento: